Termitai digitali

I blog rinnovano le forme di “testualizzazione del sè”; producono identità digitali "secondo un registro polifonico e polimacchinico”, giuste le intuizioni di Guattari; costituiscono “uno degli elementi della messa in crisi del regime industriale di scambio dei beni simbolici”; “partecipano alla distruzione delle vecchie fabbriche di sogni”
 
(Il testo dell’articolo di Laurence Allard non è ancora disponibile en ligne, ma sembra un aggiornamento del vecchio detto napoletano:
dicette o’ pappece ‘nfacci’ a noce: “Damme ‘o tiempo ca te spertoso” – disse il tarlo alla noce: “assegnami una congrua quantità di tempo e, perforandoti, ti attraverso da parte a parte)

Una risposta a “Termitai digitali

  1. complimenti per l’adagiop napoletano! essendo parte nopeo e parte napoletano…!
    saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...