Biscotti e parole

Questi sono i TUC, e questi sono i Ringo. Ora avete tutte le informazioni necessarie per capire la vera posta in gioco, non quella di cui si discute invece a partire dalle 11.49 del 2 settembre qui, a causa di questo articolo).

P. S. Questo è il giardino per me sono queste parole, pronunciate dinanzi al palazzo di un dio: "Io ho letto dei libri che mi hanno insegnato molte cose, soprattutto mi hanno insegnato a conservare la mia vita, e dentro la vita mi hanno insegnato a mettere in salvo la mia voce, unica, privata – unica ricchezza e salute".

3 risposte a “Biscotti e parole

  1. Per amor di precisione: il protagonista di quel racconto pronuncia quelle parole non dinanzi al palazzo di un dio (o meglio, a quello che lui vuol ricordare come il palazzo di un dio e che invece è un’altra cosa) ma raccontando ad altri la sua esperienza della consegna di un obolo (o meglio, di quello che lui vuol ricordare come un obolo e che invece è un’altra cosa) presso il palazzo del dio.

  2. Quelle parole, peraltro, sono di Antonio Porta, dalla poesia: “Europa cavalca un toro nero”.

  3. L’imprecisione era voluta, l’ignoranza no.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...