Ora la sparo grossa, grossissima

Ma io questa storia che "senza passare attraverso la sua negazione – che è lo scandaloso spettacolo del male che copre la terra – nessuna verità potrà salvarsi e salvare" (B. Forte) la trova una sciocchezza sesquipedale. Proprio: sesquipedale. Non meno sciocchezza per il fatto che è sempre e costantemente ripetuta. Sì, lo so: la libertà dell’uomo. Sì, lo so: la libertà di Dio, Schelling e non Hegel. Ma comunque questo alto-basso-alto, questo schema creazione-incarnazione-redenzione non ha alcun senso. Oppure: ha lo stesso senso di qualunque esperienza umana: è il rocchetto di Freud, è un’altalena, è la trama di un racconto. E’ del tutto evidente che non spiega alcunché. Racconta, appunto. E’ proprio così: ha il ritmo di un racconto. E’ un (l’)ordine del tempo. Ma questo nel duplice senso del genitivo: non ordina solo il tempo, ma è ordinato al tempo.

Ma se è ordinato al tempo, tutta la trascendenza di cui è capace è quella di cui è capace il temporalizzarsi della temporalità. In parole povere: è l’elastico del tempo, che è fatto così; è il suo senso. Si capisce allora che ho detto che questa storia è una sciocchezza perché non è affatto all’altezza incatturabile della Verità che vorrebbe ‘servire’.

(A meno che quel paradossale salvar-si che c’è nella proposizione di Forte sia molto più che una concessione retorica, ed ecceda dallo schema)

14 risposte a “Ora la sparo grossa, grossissima

  1. Questo è per me il più bel post della blogosfera da almeno sei mesi in qua. Davvero complimenti, caro Massimo.

  2. Possibile che in sei mesi non abbia scritto nulla di meglio?
    (Grazie!)

  3. Ma poi: cosa diavolo ho scritto, sette mesi fa?

  4. Dicevo: “della blogosfera”, non del tuo blog.

  5. si vede che il tuo blog sta nell’iperuranio, non nella blogosfera. 😉
    ciò detto, io non la trovo una sciocchezza, l’enunciazione del percorso ipotesi-negazionedell’hyp.-confermadell’hyp.ovveroverità (che è lo schema della dim. per assurdo, tra l’altro).
    è vero che è un percorso temporale, ma ciò significa (e sottolinea con forza) solo che ogni verità è riconosciuta tale solo alla prova dell’esperienza.

  6. Si tratta però di un percorso reale, non logico. Per capirci: Dio avrebbe bisogno della prova dell’esperienza?

  7. un percorso reale, certo. l’asserto di Forte dice proprio, imho, che una verità è efficace solo se passa incolume attraverso la prova esperita della sua negazione (e se ci passa incolume ‘si salva’, chiaramente). e anche la fede si può considerare frutto dell’esperienza; e certamente nell’esperienza del reale e nei dubbi può rafforzarsi. mi par difficile immaginare una fede che possa ‘salvare’ se non è mai stata messa in dubbio ne confrontata con la vita reale.

  8. Ma è Dio, non semplicemente la fede, che passa attraverso la prova!

  9. e che vuol dire? dio è una verità? mi pare di no; sarà un ente, al più. la verità può essere un enunciato su dio.

  10. Che vuol dire lo domandi a me, o a Forte? Il testo (per stare alla sola frase che cito) dice verità, e ovviamente non intende un enunciato. Si tratta della verità che salva. E questa verità che salva non sarebbe tale se non superasse la prova (épreuve, non preuve) del male. Il male è ciò che scandisce, dà senso e ritmo a quella verità. E’ posto (creato) dalla verità, per essere tolto e superato in essa (uso apposta hegelismi). Questa facceenda ha senso solo se la guardi per dir così dall’interno; se la guardi dall’esterno, somiglia molto ai buchi fatti scavare ai carcerati per poi ciedere loro di riempirli nuovamente, e tornare al punto di prima.

  11. una verità cos’altro è se non un enunciato dimostrato o creduto vero?

  12. Beh, se stiamo alle parole di Gesù, una verità può anche essere un uomo.
    (E in filosofia, vero si dice anche dell’essente stesso)

  13. come sempre in queste questioni, ci si riduce a problemi di vocabolario.
    ps: “verità” mi pare diverso da “vero”.
    pps: se la discussione era di àmbito teologico lo dovevi dire subito, veh.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...