Archivi del giorno: novembre 15, 2005

Penso vedo esisto conto

Nell’esperienza attuale il posto di Dio è preso dal pubblico: Mario Perniola sui reality show. C’entra (poco) il naturalismo, c’entra (di più) il narcisismo, ma c’entra soprattutto un nuova modalità di esperienza della realtà: sono visto dunque sono. Sono sotto gli occhi del pubblico, mentre prima si era sotto gli occhi di Dio.

Per giocare con Descartes, Perniola modifica il ‘penso dunque sono’ in un ‘vedo dunque sono’ che Descartes mai avrebbe potuto scrivere. La formula cartesiana sarebbe: ‘penso di vedere dunque sono’ (il rapporto del cogito cartesiano con lo sguardo di Dio, peraltro, è alquanto complicato). A me non pare neppure irrilevante il fatto che non si tratti in verità di ‘essere’ (soltanto), ma di ‘contare’. La formula sarebbe dunque: ‘sono (penso di essere) visto dunque conto’. Ma se è così, il nocciolo della faccenda sta fuori dell’equazione cartesiana: perché infatti non basta più esistere, ma bisogna ‘contare’?

(Non era io conto invece di ‘io sono’ lo slogan di qualche banca, non ricordo quale?). (E non c’è, su questa pagina, un contatore?).

Sponda

Molto mi meraviglio di Malvino. Legge l’editoriale dell’Elefantino (Una tenebrosa rassegnazione) su aborto e pillola Ru486: ne preleva un passo e lo commenta sobriamente. Però il passo in questione comincia al venticinquesimo rigo, se non abbiamo contato male. E quello che comincia ben più su, al sesto rigo, non l’ha visto? Non l’ha ritenuto degno di un commento? Allora provvedo io.

Il passo: "Dicono [= i giapponesi dell’aborto] che l’aborto è una sofferenza, ma ne predicano la facilità farmacologica "indolore" come ultima frontiera tecnica…".

Il commento: "Mi sono sbucciato il ginocchio; è una sofferenza. Per essere coerente e non dispiacere a Ferrara, io (che per la verità non sono un giapponese della disinfezione), devo evitare di disinfettarmi con quelle boccette di disinfettante che non bruciano, o posso usarle senza riuscire tenebroso a Ferrara? (Però è straordinario che il tenebroso Ferrara-Naphta trovi tenebrosi gli altri)".

(Qui si gioca di sponda, eh).