Tipi poco raccomandabili

Leggo da Jim Momo (che cita la notizia data dall’Agenzia Sir) che secondo Jean-Marie Le Mené, membro della Pontificia Accademia per la vita, "votare a favore di un candidato le cui convinzioni non sono rispettose dell’embrione costituisce una complicità con l’omicidio di quest’embrione, e quindi una grave mancanza di carità". A parte la complicazione dovuta al fatto che la legge elettorale non consente di destreggiarsi tra candidati, rivolgo una domanda ai cattolici che passano di qua: visto che se potessi sceglierei a bella posta un candidato irrispettoso, mi considerate complice di omicidio? Chiedo ai cattolici che passano di qua quale comportamento la morale cattolica suggerisce di tenere con coloro che considera complici di omicidio, e in generale quale comportamento essi tengono o pensano di tenere verso un assassino: lo frequentano? gli rivolgono la parola? gli tolgono il salutro? lo trattano in spirito di amicizia? sconsigliano ai loro figli di frequentarlo? lo riprovano pubblicamente? (Chiedo pure, nel caso passi indenni queste domande, come pensano essi di trattare Le Mené, e come dovrei trattarlo io, visto che lui mi considera complice di omicidio).

(Mina per l’Occidente, complice di omicidio: di me viene fuori un bel quadretto, in questa campagna elettorale!)

13 risposte a “Tipi poco raccomandabili

  1. No alla prima, ché l’opinione espressa da Le Mené è delirante.

  2. Con Le Mené siamo finalmente arrivati alla deficienza trascendentale

  3. Tu cosa fai con chi sostiene attivamente la pena di morte e quindi in qualche modo è complice di omicidio? Ne conoscerai qualcuno sicuramente. Lo frequenti? Gli rivolgi la parola? Gli togli il saluto? Lo tratti in spirito di amicizia? Sconsiglia ai tuoi figli di frequentarlo? Lo riprovi pubblicamente?

  4. utente anonimo

    mi pare che all’anonimo non sia chiaro il concetto o meglio la definizione di complice

  5. Caro Angelo rispondi e spiega; poi ti rispondo anch’io

  6. La risposta è nell’analogia.
    AB

  7. E non l’ho capita: spiegamela, non sarai mica un poeta.

  8. Non ci potrebbe essere ambito più spinoso di questo (o forse si), io mi son sempre trovato daccordo (almeno fino ad un pò di tempo fa) con l’idea che un embrione sia privo di consapevolezza di se, la ricerca inoltre ha bisogno di andare avanti e tutte quelle altre belle cose… poi però ho riflettuto … mi sono chiesto quanto sia giusto togliere la vita a ‘qualcuno’ che ora di sicuro non è che poco più di una manciata di cellule ma un giorno potrà essere un uomo … so che discorsi del tipo: potrebbe essere o sarebbe potuto essere un uomo – hanno ben poco senso, ma non riesco a togliermi dalla mente quest’idea. Premettendo che non sono cristiano (non oso dirmi nulla per ora, devo studiare maggiormente) l’idea di porre fine ad una futura vita mi mette molto disagio, però credo che date le premesse che ci precedono, affinché la ricerca vada avanti, affinché il nostro paese non ristagni, visto che il bene e il male non sono altri che vuoti canopi da riempire una volta con una parte e un’altra volta con un’altra parte del mondo che conosciamo così da poter venerare l’uno ed additare l’altro, non rimangono altre scelte da compiere e ciò che si fa lo si fa per il bene comune.

    Alla fine quando senti di qualcuno che parla del il bene comune e grida ‘avanti coraggiosi compagni’ scopri subito che è quello nascosto dietro la pietra più grande con l’unico vero elmo a prova di freccia.

  9. Non capisco perché tutto questo stupore. Se quello che abbiamo è una definzione di uomo così indeterminata, fatta di “stoffa temporale”, già sai che un giorno o l’altro potrebbe includere pure l’embrione. E se così qualche avvisaglia dei tempi dovesse arrivare, non ho capito perché cotanti interrogativi.

    Come comportarsi con un complice di assassinio? Come per l’aborto. Sarei in totale disaccordo. Non lo voterei. In ogni caso la persona non è i suoi errori. Non ti toglierei il saluto: ciao Massimo.
    luigi

  10. Massimo, tra le varie opzioni che mi dai, io penso che ti toglierò il salutro.
    Così, visto che il mio salutro non te l’ho mai dato, non cambierà nulla rispetto a prima e continuerò solo a darti dello stalinista.
    Friedrich

    P.S. Mi raccomando, se ora correggi il testo del post, cancella questo commento…

  11. Massimo, mettiamola così: durante il tuo prossimo viaggio negli USA incontrerai un bel po’ di americani che sostengono la pena di morte, che per noi europei è più o meno un omicidio si Stato.
    Cosa fai? Come ti comporti con chi è complice di omicidio? Rivolgerai loro la parola? Li saluterai? Li tratterai in spirito di amicizia? Li riprovi pubblicamente? Come pensi ti tratteranno visto che tu li consideri complici di omicidio?

    AB

  12. utente anonimo

    Oliviero si domanda: ma questo Angelo Bottone perché non si spiega su cosa intende per complice di un’omicidio. Cos’è? Un concetto giuridico? Un concetto morale? Una metafora? Son tutti complici di omicidio, i fautori della pena di morte come coloro che inquinando determinano un aumento della mortalità per cancro? E’ in questo senso che quel tale diceva complice di omicidio quelli che non rispettano l’embrione? Oliviero si chiede allora per chi mai voterebbe, quel tale, visto che un concetto tanto largo di complicità include praticamente l’intera umanità occidentale. Oliviero si chiede pure se questo Angelo Bottone prima di far domande ci spiega come usa lui questo concetto, perché mi pare chiaro, anzi voglio sperare che Azioneparallela in terra americana non considererà complici di omicidio i cittadini che sono favorevoli alla pena di morte, o perlomeno non nello stesso senso in cui lo è chi viene condannato da un tribunale per complicità in un omicidio. Omicidio si chiede infine se e quando questo Le Mené, che sicuramente è complice di qualche omicidio ambientale, si vergognerà di parlare così come parla.

  13. utente anonimo

    “Oliviero si chiede infine”, non “Omicidio”, benché quel tale temo consideri Oliviero complice di omicidio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...