Archivi del giorno: giugno 7, 2006

Cronachetta

Ieri sono arrivati Serena Nono e Marco Nereo Rotelli. I quadri di Serena Nono sono stati appesi alle pareti. Rotelli è venuto con un furgoncino. Cinque persone, quorum ego, gli han dato una mano a portare i pezzi non leggerissimi delle sue installazioni nello spazio dei Giardini della Minerva, che si trova nella Salerno vecchia, e non è raggiungibile in auto, e per arrivarvi c’è da fare su e giù per scale e scalette. Ovviamente, le operazioni sono state rese più semplici dall’acquazzone che si è abbattuto su Salerno ieri pomeriggio. Poiché non mi faccio mancare nulla, ho anche avuto il piacere di strapparmi irreparabilmente la giacca subito prima di presentarmi a Rotelli. (C’era anche Walter, che ha mostrato tutte le sue doti di pazienza con un’attesa di oltre due ore, a digiuno. Ho digiunato anch’io, ovviamente, salvo rifarmi la sera alla cena in onore degli ospiti, previa doccia e nuova giacca).

Ora vado all’università, seminario conclusivo di Vincenzo Vitiello e Gabriele Guerra su Paolo, che seguirò fintamente, avendo in animo di ripensare alle cose che mi occupano e preoccupano, e cioè: come evitare la supercazzola nell’incontro tra pittura e filosofia di oggi pomeriggio. Poi vi dirò.

Ah, dimenticavo: all’incontro dovrebbe assistere, salvo complicazioni dell’ultimora, anche Barbara, in dolce attesa. E il ginecologo. (Che poi, se le vengono le doglie lì ai giardini, poiché non è semplice raggiungere l’auto – impossibile parcheggiarla nei pressi – c’è caso che il parto avvenga en plein air)