Il voto sull'Afghanistan

Non so voi, ma io ho già espresso il voto sull’Afghanistan. Favorevole. Novantasei. Il capitano F., in licenza per motivi di studio, ha lasciato l’Afghanistan due giorni fa per laurearsi in Filosofia questa mattina, con una tesi su L’Occidente medievale e l’Islam tra missione culturale e guerra. Assistevano alla seduta di laurea, la moglie, i genitori, e due splendidi figlioletti.

Il relatore, un francescano assai buono (e bravo), gli ha dato una tesi con l’idea di mostrare come sia stato possibile convivere pacificamente tra musulmani e cristiani. Il capitano non mi è sembrato tuttavia molto convinto del, pardon dal suo lavoro di tesi.

A margine, gli ho detto scherzando: guardi capitano che è caduto il governo! Finalmente, mi ha detto. Come sarebbe finalmente? No, mi scusi. Ma volevo dire: non è che possiamo rimanere ancora a farci sparare addosso. Dice le regole d’ingaggio? Veda, noi lì siamo la Nato, noi ci stiamo come Nato, e non è che possiamo pretendere che gli altri facciano molte distinzioni. Io poi vorrei tornare per loro.

In effetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...