Archivi del giorno: febbraio 11, 2008

La meglio gioventù

Troppo facile. Siccome si sa che le biografie dei candidati alla Casa Bianca vengono rivoltate come un guanto, Obama ha giocato d’anticipo e confessato che lui, da giovinotto, ha fatto uso di marijuana, alcol, e a volte persino cocaina. Testimoni dell’epoca confermano tuttavia che la droga non ha giocato alcun ruolo importante nella sua vita. Ma i cronisti del New York Times sono veri segugi, a loro non la si fa, e così, scavando ben a fondo nel suo passato, hanno scoperto che Obama, durante gli anni del college, sembrava interessato a pensatori come Nietzsche, Sartre o Freud.

Nietzsche, Sartre o Freud!. A me pare evidente che il tarlo del nichilismo stia per divorare il cuore dell’America.

(Però, capirai: si fosse entusiasmato per Kant o per Hegel, tanto di cappello. Ma un giovinotto che si interessa a Nietzsche si trova facilmente anche in provincia di Frosinone).

Comincia la campagna elettorale

E io appunto queste parole: "La forma più deleteria di giornalismo è quello della previsione" (David Remnik, direttore del New Yorker, intervistato sul Magazine del Corriere).