Archivi del giorno: giugno 6, 2008

Laicità positiva: una vacanza, una seduta, un sms (e una domanda demoniaca)

1. Vacanza a Maiori, Costiera amalfitana. Sul mare. Due adulti e tre bambini: una notte, due pranzi. Spesa complessiva: 120 euro. Presso gli amici di San Francesco, nella Casa adiacente la chiesa: se non è laicità positiva, questa…

2. Di ritorno da una faticosa giornata al mare, nell’androne buio e fresco, con gli occhi ancora abbagliati dal sole, perdo di vista Enrico. – Enrico, dove sei? -. – Sono qui, papà. Sono seduto su Dio -. Che poi in realtà non era Dio, ma l’immagine di un santo barbuto, su una lastra di pietra che giaceva in un angolo dell’androne.

3. Mando un messaggio via sms, e mi accorgo che il programmino di scrittura veloce del mio cellulare mette al primo posto "sarà", al secondo "papa", e solo al terzo "papà". E poi dice che la presenza della Chiesa, ecc.

4. Leggo stamane: "Il mio governo non può che compiacere il Pontefice e la Chiesa". Concedo totum: valori irrinunciabili, presenza pubblica, libertà di esprimere il proprio pensiero su tutto (in verità: son cose che concedo volentieri a tutti), ma compiacere… Non sarà che la famosa tentazione demoniaca alberghi nelle parole con cui non il leader di un partito, ma il Presidente del Consiglio ha espresso "l’apprezzamento che il Papa ha voluto dare al nuovo clima che si è instaurato in Italia con l’avvento della nostra parte politica al governo"?

(Morale: una cosa è sedersi, un’altra sdraiarsi).