Archivi del giorno: ottobre 28, 2008

Cartoonia

Ieri è stata una giornata interessante.
Nella puntata di Dragon Ball, protagonista era Goan. Goan teme che Angela possa rivelare a Videl il suo segreto (o viceversa, non ricordo). Sta di fatto che la propalazione di un segreto c’è, da parte di Angela (o di Videl, non ricordo) ma per fortuna di Goan non è quello che lui temeva: Angela rivela a Videl (o viceversa, non ricordo) che sulle mutande che indossa Goan è disegnato un orsacchiotto.
(E poi dice che non aveva ragione Veltroni al Circo Massimo, quando se l’è presa con la destra che vince grazie alle televisioni e al vuoto di valori che creano).
Nella successiva puntata dei pirati di cappello di paglia, c’era un’idea filosoficamente notevole, degna degli Scritti teologici giovanili di Hegel. Sull’isola di nonsocosa, il tribunale chiamato a giudicare è composto solo da condannati a morte. Il punto è se in costoro il sentimento di giustizia potrà manifestarsi puramente, non avendo essi più nulla da fare con il mondo che giudicano, o se invece ne approfitteranno per dare libero sfogo alla propria cattiveria, per la stessa ragione. Gli sceneggiatori del cartone non lasciano dubbi al riguardo.
(Che poi è anche un modo originale per porre il tema della separazione delle carriere).