Archivi del giorno: novembre 10, 2008

Come non detto

Aggiornamento. La prima puntata di Europa, Occidente, andrà in onda, solo per questa settimana, sia lunedì che martedì, sempre alle 17.09. Dalla prossima settimana, invece, andrà in onda stabilmente di martedì, sempre alle 17.09.

Ora mi sento un po'

Ora mi sento un po’ Alda d’Eusanio (o giù di lì): al momento, a giudicare dal sito, Europa, Occidente è transitato dal lunedì al martedì, stesso orario (17.09). I ventiquattro amici che erano pronti a immolare il lunedì pomeriggio per seguire la trasmissione più filosofica dell’anno mi stanno sommergendo di email: neanche i piloti dell’alitalia sono pronti ad azioni di protesta tanto vibrate quanto quelle che i sei gruppi di ascolto (ventiquattro diviso quattro), già pronti dinanzi al canale, hanno in animo di compiere. E’ una situazione incandescente dal punto di vista dell’allarme sociale che il rinvio del programma può creare. Io non ho alcuna responsabilità. Faccio anzi un appello al senso di responsabilità di tutti e prego di mantenere la calma e di evitare le provocazioni: in situazione del genere anche una piccola scintilla può scatenare un grande incendio.

Visibile, è visibile. Il punto è se sarà vista

RED è visibile sul canale 890 di SKY e, free per tutti, sulle seguenti frequenze: HotBird 13° est, Transponder 72, Frequenza 12.149, FEC 3/4, Symbol Rate 27.500. Poi è visibile in streaming direttamente via internet

Voi mi direte: embé? Ma come sarebbe embé? Oggi è il grande giorno. Europa, Occidente comincia con Felix Duque (che è più o meno questo qua).
Non si sgarra. Alle 17.09. Non un minuto dopo. Fatevi un paio di caffettiere, infilatevi le pantofole, mettetevi comodi. Dimenticatevi l’Isola dei Famosi, lasciate perdere la passeggiata col cane, la riunione condominiale, lo shopping serale ed eventualmente il lavoro (Brunetta capirà), e predisponetevi all’esperienza intellettualmente più stimolante mai proposta dalla televisione italiana nella fascia oraria pomeridiana, ad eccezione di Starsky e Hutch, di Barbapapà e della Melevisione.
(Che poi in verità non si comincia con Duque, ma con "Europa" di Lars Von Trier: sigla!)