Chi parlava di agibilità politica

Immagine

Quando, nel 2008, Francesco Caruso parlò, sul Corriere della Sera, di «spazi di agibilità politica» che andavano chiudendosi fu facile pensare che, con la sua uscita, l’ex parlamentare di Rifondazione comunista cercava malamente di mimare il linguaggio degli anni Settanta, quando in Italia il problema dell’agibilità politica veniva sollevato da gruppi e formazioni extra-parlamentari che misconoscevano, quando non rifiutavano apertamente, i valori della democrazia liberale. Francesco Caruso usava parole gravi, ma, dopo tutto, fuori tempo massimo: parole che erano appartenute ad un’altra stagione politica, che inutilmente (ma minacciosamente) cercava di richiamare in vita. Ma Caruso proveniva proprio da quel mondo lì, o almeno dalle sue ultime propaggini: dai centri sociali antagonisti. Non faceva dunque troppa meraviglia che per descrivere i propositi di riforma della legge elettorale da parte del centro-destra e i suoi possibili effetti sulla rappresentanza politica di una «soggettività di sinistra», rievocasse cupamente il clima degli anni di piombo, le frange della contestazione più violenta al sistema imperniato sui due grandi partiti della prima Repubblica, la Dc e il Pci. E parlasse, per questo, di «diffidenza, odio e aggressività politica» fomentata dalle forze di maggioranza, e poi di quei famosi «spazi di agibilità politica» negati a una generazione che si sarebbe perciò data prima alla «illegalità diffusa» e poi, purtroppo, alla lotta armata.

(L’Unità, 11 agosto 2013)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...