Abbi dubbi

Sulla riforma universitaria approvata ieri alla Camera non ho ancora un’opinione sicura. Magari ci torno su. Intanto, trovo però che la conclusione del pezzo di Oscar Giannino su Il Riformista che lascia la parola a Blair, sia, nel principio, assolutamente condivisibile: "’I servizi pubblici devono essere basati sulla centralità della persona ai cui bisogni si rivolgono, non sulle esigenze di chi vi lavora’: quella di Blair è una massima che da sola racchiude la differenza tra la sinistra moderna, e la vecchia sinistra statalista".

Come ogni principio, anche questo da solo non basta, perché poi si tratta di vedere come si viene incontro ai bisogni della persona cui i servizi pubblici si rivolgono, e come si compongono i bisogni di diverse fasce sociali che si rivolgono allo stesso servizio. E comunque, non ho ancora un’opinione sicura. (Sulla riforma, per capire cosa cambia, è forse utile leggere qui; e per quel che mi potrebbe riguardare, cioè i futuri concorsi per associato e ordinario, c’è da trarre ogni motivo di sconforto qui)

11 risposte a “Abbi dubbi

  1. Faccio un pronostico (che sarà sicuramente smentito dai fatti): questo post avrà pochi commenti. Della riforma Moratti importa molto a pochi, e poco capisce anche buona parte cui importa, o importerebbe (quorum ego). Ciao

  2. Caro Ezio, sono d’accordo, ma in generale qui i post hanno pochi commenti

  3. comincio a smentire il pronostico. la riforma moratti importerà sempre di più e anche se questo post avrà pochi commenti, i commenti li daranno quelli che c’erano a Roma ieri. E ci proverò anch’io, per quel poco che posso fare, sul blog.

    emilio/millepiani

    ps e cmq, politicamente il ‘non importa a nessuno’ non collima nè con mainstreaming informativo di ieri nè con le posizioni della CRUI, nè con la mobilitazione studentesca

  4. dimenticavo. e nemmeno con il vaffanculo della Santachè o i boati della maggioranza all’approvazione del provvedimento…sforziamo lo sguardo miope ragazzi…

    emilio/millepiani

  5. Su manifestazioni, scontri, Santanchè, Moratti immagino la pensiamo allo stesso modo. Il mondo universitario (di cui mi onoro – poco in verità – di fare parte) è comunque quello che è. Non comprerei una macchina usata da nessuno dei rettori che, oggi, cercano di contrastare la Mor.
    E ribadisco: il Paese credo non capisca molto di quello che è in gioco (anche perché non è facile e perché riguarda in definitiva poche persone).
    Ezio

  6. riguarda tantissime persone, tantissimi studenti, riguarda lo statuto dell’università e la sua messa in questione per come è. riguarda il futuro della formazione, il ruolo della filosofia, riguarda il paese tutt’intero nella forma dei suoi ‘figli’ che frequentano l’univeristà. provate a chiedere quanto si paga di tasse universitarie e cosa dà la frequenza dell’università o l’ottenimento di un titolo…e vedrete/vedrai come il ‘paese’ capisce di cosa stiamo parlando…

    emilio/millepiani

  7. Millepiani: sei un ottimista. (e comunque le percentuali di laureati in Italia sono bassissime – non per le tasse, che sono alte dappertutto).

    (dialogo fra due autisti dell’ATAC stamattina: “Aho’ stanno a sciopera’ tutti, che palle…” “Mo’ pure gli studenti vonno li sordi…Tutti vonnono li sordi!” “Andassero tutti affa….”)
    e.

  8. Giannino ha qualche ragione, ma si dimentica che i ricercatori non lavorano solo per gli studenti (l’università, nel bene o nel male, non è la scuola).

    Filter

  9. Il pragmatismo degli autisti ATAC ha, come spesso accade, un che di sublime.

  10. io non sono un ottimista per nulla – al contrario. Ho solo, nel ’90, occupato l’università ‘vedendo’ – grazie a chi ha occupato l’università con me e per tre mesi consecutivi – ho visto quello che abbiamo sotto gli occhi. E, proprio per un pessimismo strutturale, ho però imparato a ‘leggere’ quello che succede in ‘università’.
    Vogliamo giocarcela a ‘scommessa’, come si dice in Sicilia? Vogiamo giocarci a ‘scommessa’ che le università saranno occupate da qui a gennaio? E che tutta l’attività didattica sarà ‘interrotta’ dalle studentesse e dagli studenti? Chi scommette? uscite fuori…
    se sbaglio, peggio per loro…

    emilio/millepiani

  11. La prima scommessa l’ho vinta io: sull’argomento lanciato da Massimo avete rispoto in due (essendo gli altri commenti o miei, o riferiti al mio).
    Quanto alla seconda, non saprei, vado a informarmi al piano di sopra (fac. di Fisica). Comunque puo’ pure essere (senza cambiare la mia opinione: spero serva a qualcosa, ma, essendo al riguardo un vero pessimista, ne dubito. Come dubito che il successivo governo di centro-sinistra rimetta mano alla faccenda, anche se ovviametne me lo auguro).
    ezio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...